Illuminare sott'acqua

Spesso, nelle pagine dei forum, si discute di illuminazione durante le riprese in immersione.
Abbiamo ormai chiaro il concetto che la luce...non basta mai...
Nelle riprese diurne, in giornate di bel tempo, in acque limpide, oltre i 15 m circa di profondità, non è facile fare risaltare i colori del mondo sottomarino. Sappiamo che, già dai primi metri, l'assorbimento cromatico è tale da far "scomparire" man mano tutta la gamma fino a lasciare prevalere il blu.
Per ovviare a questo problema non resta che munirsi di illuminatori artificiali, ma, nelle condizioni di luce naturale cui accennavo prima, i nostri faretti dovranno essere assai performanti in modo da superare la luce naturale presente alla profondità raggiunta e riuscire ad illuminare i soggetti da immortalare.
Una potenza minima di 2.500 / 3.000 lumen può permettere riprese nelle quali il soggetto è a circa mezzo metro da noi.
Se non disponiamo di luci così potenti, avremo, comunque, la possibilità di effettuare riprese macro (adoperando un'apposita lente aggiuntiva) in quanto lavoreremo a circa 10 cm. dal soggetto e, pertanto, anche 400 lumen potranno bastare.
Ma se ci troviamo in un ambiente dove la luce naturale è assai fievole o, addirittura, assente, come dentro un relitto o in grotta, allora un faretto meno potente potrà, comunque, eseguire bene il suo compito.
Tempo addietro un amico ha pensato bene di utilizzare due vecchie custodie della gloriosa GoPro HERO2 e farle diventare "illuminatori" inserendo dentro un led ed utilizzando la stessa batteria allora in uso con la HERO2. Li chiamò GoLight e me li diede per effettuare tutti i test possibili...
Visto ciò che ho detto sopra, si comportavano bene in macro o in riprese comunque assai prossime al soggetto, ma se mi mettevo a 50 cm. da una gorgonia...il rosso me lo potevo soltanto sognare...
Però, in grotta, nel buio assoluto...beh, lì il discorso cambiava radicalmente ed anche quei due "miseri" faretti facevano la loro parte.
Naturalmente le chiacchiere stanno a zero...pertanto lascio la "parola" ad un filmato che potrà avvalorare quanto detto prima...


io ho provato anche così...